Menu

IDENTITÀ ATTRAVERSO LA DIVERSITÀ

8 luglio 2017 - Lighting Project, Arte e cultura
IDENTITÀ ATTRAVERSO LA DIVERSITÀ

Un convengno fa il punto sullo stato dell’arte dello sviluppo tecnologico, le opportunità progettuali e gli scenari per il settore illuminazione. Al centro, gli obiettivi di risparmio energetico, la sostenibilità ambientale e la riduzione dell’inquinamento luminoso, la valorizzazione del paesaggio urbano e delle risorse artistiche, la sicurezza e il benessere

Si è svolto nella prestigiosa cornice del Corriere della Sera (Sala Buzzati – via E. Balzan, 3 Milano) il convegno “Luce di qualità. Rivoluzione tecnologica e cultura della progettazione”, realizzato da AIDI Associazione Italiana di Illuminazione e ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria, organizzato da Messe Frankfurt.

La continua evoluzione tecnologica delle sorgenti, con particolare riferimento al LED, le accresciute conoscenze della risposta umana agli stimoli luminosi e la disponibilità di strumenti di misura e di calcolo sempre più sofisticati, ha determinato una radicale trasformazione del mercato dell’illuminazione.

Questa rivoluzione senza precedenti rende improrogabile una diffusione estesa e capillare della cultura della luce e della progettazione illuminotecnica, primo passo di un processo complesso che vede coinvolta tutta la filiera, in particolare i progettisti, le aziende produttrici e le imprese di installazione e manutenzione degli impianti.

_TEC3325

In questo contesto la “Luce di qualità” si declina principalmente nei termini di corretta progettazione e utilizzo di prodotti di qualità per l’illuminazione pubblica e privata, con i benefici sociali ed economici che la tecnologia LED offre in termini di riduzione dei consumi energetici, sicurezza e benessere delle persone, nonché di interazione con altri servizi considerati sempre più imprescindibili: connettività, telecontrollo, stazioni di ricarica per veicoli elettrici, ecc.

Alla luce della rilevanza strategica dei temi trattati, AIDI e ASSIL hanno coinvolto importanti istituzioni quali Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano, ENEA, Università di Napoli, esperti, architetti e lighting designers.

artt3

L’evento è il primo importante incontro pubblico nato dalla più ampia collaborazione strategica tra AIDI e ASSIL, siglata attraverso un Memorandum of Understanding che ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e mantenimento di una industria, di liberi professionisti e di un mercato di qualità.

AIDI è ambasciatrice della Cultura della Luce – afferma Margherita Suss, Presidente Nazionale AIDI – e con questo intendiamo anche e soprattutto il sostegno ad un processo virtuoso e qualificante degli interventi connessi all’illuminazione artificiale. Ciò significa proporre processi che vedono la progettazione per una corretta selezione di materiali e definizione degli interventi alla base di una strategia vincente di qualità. Mai come ora, con il radicale cambiamento in atto della tecnologia di riferimento per il nostro settore, dobbiamo sottolineare l’importanza, il valore e le ricadute sociali ed economiche che scaturiscono dalla realizzazione di una illuminazione di qualità.

 “La rivoluzione digitale in atto ha un impatto enorme per produttori e progettisti – spiega Massimiliano Guzzini, Presidente ASSIL – Come ogni rivoluzione apre nuove e ampie possibilità, ma l’evoluzione tecnologica non è sufficiente se non è accompagnata da un’evoluzione culturale che proceda di pari passo, ed è per questa ragione che ASSIL e AIDI hanno unito le loro forze. La tecnologia LED offre enormi potenzialità, in continuo sviluppo. Grazie all’integrazione tra prodotti di illuminazione e digitalizzazione, la luce è destinata a giocare un ruolo sempre più importante nella società: oltre a essere un elemento strategico per la diffusione dell’IoT – prosegue Guzzini – è anche uno strumento indispensabile per la valorizzazione delle risorse artistiche e paesaggistiche del nostro Paese, e quindi fondamentale per lo sviluppo del turismo e dell’economia nazionale. Inoltre, è in grado di migliorare il benessere psicofisico delle persone salvaguardando la natura sotto ogni profilo, dalla sostenibilità ambientale al rispetto dei cieli. Non a caso si parla di Ledification e Human Centric Lighting come obiettivi prioritari della Strategic Road Map 2025 di LightingEurope, l’associazione che guida e rappresenta l’industria europea dell’illuminazione a Bruxelles, di cui ASSIL è parte attiva”.

Inoltre, l’evento rappresenta anche il primo passo dell’importante partnership tra ASSIL e Messe Frankfurt nata con l’obiettivo di supportare le aziende ASSIL nel processo di internazionalizzazione e di promozione del valore culturale e innovativo delle imprese del nostro Paese, secondo produttore europeo nel settore dell’illuminazione dopo la Germania.

“Siamo orgogliosi di annunciare una nuova collaborazione con un partner prestigioso come ASSIL, un’alleanza che mette in campo le specifiche competenze professionali delle due parti nel settore dell’illuminazione – dichiara Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia – In qualità di organizzatori di fiere internazionali lavoreremo insieme sia nel contesto più ampio legato al processo di internazionalizzazione delle loro aziende associate, sia nelle attività organizzative e promozionali di tutti gli eventi già fissati e quelli futuri in corso di programmazione”.

pausenapplaus_c_michael_zapf_1

 

Immagini di repertorio a cura della Redazione

Condividete sui social network:
Facebook
LinkedIn
CHIUDI
CLOSE