Menu

Il mondo della luce si dà appuntamento a Parigi

13 novembre 2017 - Comunicazione visiva
Il mondo della luce si dà appuntamento a Parigi

Entrando nel Palais des Congrès ed arrivando dove si tiene l’evento si nota subito che l’edizione che ho di fronte sarà interessante e ricca di spunti.

 

di Ettore Fici*

Il pacchetto di benvenuto che viene consegnato ad ogni partecipante è di rilievo, contiene un libro sviluppato da otto studi Europei / Mondiali che parlano della loro visione sul futuro delle illuminazioni urbane, libro nato dal Design Ideas Competition 2017. Un altro volume con i contenuti dei vari interventi che si susseguiranno durante la convention e ovviamente una guida con il calendario degli eventi.

La sala e’ ampia e gli stand sono piccoli ma ben organizzati e la presenza delle aziende in media rispecchia il meglio della produzione mondiale e devo dire che fra i produttori Europei la presenza Italiana e’ certamente di spicco : DGA , Flos , iGuzzini , Linea Light, L&L , Targetti , Reggiani, Viabizzuno ed altre, che non me ne vogliano se non le cito per esigenze di spazio. Insomma  un made in Italy da fare invidia che rappresenta il  segnale di un settore vivo con aziende altamente qualificate e competitive.

Nel mio settore, quello dei LED, a parte ovviamente la Bridgelux di cui sono uno dei Manager  e Xicato, che per scelta abbiamo sempre creduto in PLDC , nel mercato della qualita’ della luce ,si affacciano  altre due primarie aziende Seoul  Semiconductor e Citizen ed anche questo, a mio parere e’ un ulteriore riscontro del continuo crescere d’attenzione a  questo evento da parte di chi crede in un mercato sempre piu’ attento alla qualita’ ed alla progettazione.

Ma i veri  protagonisti sono sempre i Lighting Designers , figure professionali che da anni operano per qualificare sempre al meglio questo settore meraviglioso che e’ quello della luce. Un settore che ha un grande impatto sul nostro vivere quotidiano. Cominciamo quindi con il dire che si e’ registrato il tutto esaurito. Erano presenti  Lighting Designer , provenienti da tutto il mondo :  Iran , Portogallo , UK , Israele , Spagna , Svezia , Finlandia , Ucraina, Italia , Germania solo per citarne alcuni. Una forte presenza giovanile interessata a discutere con aziende e partecipare alle varie sessioni che in sale intitolate a produttori Italiani con la funzione di  Sponsor quali, fra gli altri,   Linea Light, iGuzzini,  Reggiani, DGA, Targetti.

I temi affrontati sono stati molti nelle numerose tavole ed hanno visto relatori provenienti da tutto il mondo: molto difficile sintetizzarli per aree ma provandoci potremmo dire che molti sono stati focalizzati su diversi aspetti che interessavano l’Illuminazione Urbana , Retail , Human Centric Lighting e IOT.

Una menzione particolare mi sento di farla per i nostri Francesco Iannone e Serena Tellini con il loro intervento su “ The correlation of lessons learnt – from 16th century art to 21st century office and Healtcare environments “  intervento tenuto  nella sala maggiore dedicata ai meeting. Una  ricca partecipazione   per ascoltare la loro relazione e quanto stanno realizzando in un progetto innovativo per chi e’ affetto da Alzheimer.

Concludo, questa mia breve panoramica da osservatore scrivendo che e’ stato un evento assolutamente positivo. PLDC non e’ una fiera dove si mostrano prodotti anche se certamente ha anche quest’aspetto ma e’ sopratutto un luogo dove si fa network professionale , dove si discutedi innovazione e si cerca di comprendere i nuovi trend. Io ho praticamente passato quattro giorni a discutere si della nostra gamma Vesta Tunable White ma sopratutto ho ascoltato e discusso su Human Centric Lighting e potenziali Aree di applicazioni e di sistemi IOT integrati con la luce. In breve a PLDC si discute di presente e futuro ai massimi livelli.

 

*Ettore Fici : Bridgelux Country Manager Italy , Eastern Europe, Greece Area.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

CHIUDI
CLOSE