Menu

REFLECTIONS: GUGGENHEIM BILBAO 20 ANNIVERSARY

9 ottobre 2017 - Lighting Project, Architettura
REFLECTIONS: GUGGENHEIM BILBAO 20 ANNIVERSARY

Dall’11 al 14 ottobre il Museo di Gerhry  a Bilbao si trasformerà in un immensa architettura artistica di luce, colori e musica. Il XX anniversario del Museo Guggenheim Bilbao si festeggia con un evento destinato a lasciare un grande ricordo. L’evento ha un nome: REFLECTIONS  e si  rappresenta con una serie di proiezioni luminose destinate a lasciare nel pubblico un ‘esperienza unica e sensoriale.

Diceva Frank Gerhry, l’architetto canadese progettista di questo spettacolare museo, “ tutte le curve morbide di questo museo sono disegnate per catturare la luce.” Dall’ 11 al 14 ottobre questo iconico edificio si trasformerà in una spettacolare scenografia creata dallo Studio di video arte 59 Production di Londra.

Le pareti di vetro e di titanio del Museo verranno esaltate da uno spettacolo visivo e musicale e si pensa che sarà visibile da 200.000 persone di 58 Paesi.

Lo spettacolo avrà la durata di 20 minuti e attraverso la luce scenografica , verranno messi in risalto i materiali e tutte le sinuose forme architettoniche  che faranno ammirare il Museo come neanche Gehry si sarebbe mai immaginato.

Lo spettacolo, di livello internazionale,  è stato creato dallo studio inglese “59 Productions” che è anche l’autore  dello spettacolo luminoso dei Giochi Olimpici di Londra nel 2012 e quello della celebrazione del  40 anniversario dell’ edificio dell’ Ópera di Sydney (Australia).

Il direttore dello Studio 59 Production, Leo Warner,  che ha curato questo progetto, ha detto che ha utilizzato 4 gruppi di 50 proiettori speciali posti a distanza diversa dalle pareti del museo per creare quella magia che trasformerà le pareti curve dell’edificio quasi  in organismi viventi..

L’area del museo sarà animata anche dal ragno gigante di Louise Bourgeois che proietterà la sua enorme ombra sull’edificio, e il cucciolo-aiuola di Jeff Koons che propagherà fiori sulle superfici dell’edificio. 

Oltre a Reflections, il programma di celebrazioni prevede un appuntamento che coniuga arte, scienza e tecnologia. Chasmata è uno spettacolo organizzato in collaborazione con ESA – Agenzia Spaziale Europea che condurrà il pubblico verso un viaggio nello spazio attraverso immagini inedite di Marte e la presenza dell’astronauta Pedro Duque, che condividerà con i partecipanti un messaggio proveniente dalla Stazione Spaziale Internazionale.

In Chasmata, discipline come l’astrogeologia, la musica strumentale, la musica elettronica e le arti visive si fonderanno per dare vita a una vera e propria performance. Oltre cento sassofonisti accompagneranno la proiezioni delle immagini del “Pianeta Rosso” sulle pareti curve dell’atrio del museo, e il pubblico avrà la possibilità di partecipare da protagonista allo show e,  scaricando l’apposita app,  gli sarà  possibile interagire con i propri cellulari con gli strumenti dei musicisti impegnati nello spettacolo sonoro.

Condividete sui social network:
Facebook
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE