Menu

…E L’UOMO INCONTRÒ IL CANE*

4 Febbraio 2019 - Lighting Project
…E L’UOMO INCONTRÒ IL CANE*

Se è vero che i cani sono i migliori amici dell’uomo è vero anche che meritano un trattamento di tutto rispetto, in ogni ambito della loro vita. Partendo da questo presupposto e andando ad analizzare tutte le caratteristiche del mondo canino, Zumtobel si è approcciata al progetto di illuminazione dell’Addestramento Charlie Dog di Ospitaletto, Brescia.

Un vecchio cascinale completamente ristrutturato e trasformato in un’eccellenza per l’allevamento e l’addestramento, dotato di pensione per i cani, zone relax, piscina, spazio per l’agility, campo in sabbia ecco, si presenta oggi quale struttura dedicata a 360 gradi alla cura, alla crescita e all’addestramento dei cani con una fortissima impronta di professionalità ed eccellenza.

Zumtobel Group, da sempre, abbina ad ogni progetto studi e soluzioni affinché l’illuminamento sia confortevole e positivo per chi frequenta gli ambienti interessati. In questo caso era importante conoscere e considerare le peculiarità della vista canina per eseguire le scelte corrette.

Sono 40 i coni, le cellule fotosensibili, presenti nell’occhio dei cani, un numero minore rispetto all’occhio umano. Ciò implica che la vista canina sia sostanzialmente bicromatica ma, sfatando il luogo comune, non sia esclusivamente in bianco e nero. Sono il giallo e il blu i colori maggiormente percepiti dai cani, che invece non distinguono il verde e il rosso. D’altro canto, i cani hanno una vista che permette loro di individuare con più precisione i movimenti e di vedere meglio con il buio, oltre ad avere un campo visivo maggiore.

Tenendo in considerazione queste caratteristiche e dovendo andare a realizzare un progetto da zero, con zone da illuminare completamente differenti e con esigenze più disparate, Zumtobel Group ha utilizzato una varietà di prodotti. La struttura si compone di aree scoperte e coperte, la differenziazione nella scelta è stata fondamentale.

Nelle zone di passaggio, nell’impianto fogging e nello sguinzagliatoio sono stati installati apparecchi di tipo AREAFLOOD PRO di THORN, proiettori per illuminazione generale con prestazione ottica e controllo eccellenti, dal design compatto e leggero che ne ha reso facile l’installazione. Grazie alle differenti ottiche asimmetriche utilizzate, si è assicurato un livello di visione adeguato. L’illuminamento si attesta sui 50 lux medi con un’ottima uniformità, ma, soprattutto,  senza abbagliamento: questa condizione è indispensabile per evitare stress ed assicurare sia ai agli animali che agli addestratori di operare in modo confortevole.

La struttura prevede anche un campo di agility all’aperto. In questa area i cani sono addestrati su percorsi con vari ostacoli. L’illuminamento deve di conseguenza essere superiore, dato che si tratta di un’attività sportiva a tutti gli effetti dove il tempo di reazione e la capacità di percepire le azioni diventa fondamentale. Per questo motivo in questa area i requisiti illuminotecnici erano elevati, simili a quelli richiesti in un campo da calcio.

Sul campo in erba sintetica che misura quasi 1000 m2 si svolgono anche gare a livello nazionale. È l’area più illuminata, con oltre 200 lux medi. L’obiettivo era quello di assicurare la massima uniformità. Per questo è stato utilizzato sempre AREAFLOOD PRO, però nella versione Large che assicura 40.000 lm con una potenza di 300 W ed un’efficienza superiore a 150 Lm/W.

Gli apparecchi, con ottica asimmetrica larga, sono disposti al centro della campata ed orientati verso l’esterno. Con questa installazione si sfrutta al massimo l’altezza della struttura, e si limita l’abbagliamento sia per i cani che per i giudici, che non hanno mai il fascio luminoso diretto verso la direzione di osservazione.

Il campo in sabbia, di oltre 600 m2, viene solitamente utilizzato per le gare di obbedienza ed è illuminato con apparecchi di tipo CRAFT posti nell’intradosso delle travi in legno lamellari. Questa disposizione permette di limitare in modo naturale la visione della

sorgente luminosa ed aumentare il comfort visivo senza pregiudicare l’estetica della struttura.

Il complesso ha anche piscina e palestra dedicate al potenziamento muscolare ed al supporto nelle riabilitazioni. In queste zone l’illuminazione deve essere confortevole e tridimensionale: si deve percepire il volume e l’interazione con l’animale deve essere la migliore possibile. La scelta è caduta sulle plafoniere OMEGA CIRCULAR di THORN, un apparecchio circolare a pannello Edge Lit per montaggio ad incasso: con questo sistema si riesce ad illuminare l’ambiente tramite una diffusione uniforme, senza che si veda la sorgente luminosa: si configura dunque la condizione ideale per avere un comfort visivo massimo.

Zumtobel Group è intervenuta anche nel parcheggio della struttura installando gli apparecchi FLEXITY di THORN , armatura a LED discrete e versatili per l’illuminazione urbana: l’estetica è minimalista inoltre sfrutta un’ottica simmetrica che garantisce, con un singolo palo, illuminare due stalli, quello anteriore e quello posteriore. Ciò grazie ai due cluster di led contrapposti inseriti nell’apparecchio, con un innegabile vantaggio in termini di estetica e costi d’installazione.

Nelle zone perimetrali sono stati installati apparecchi FLEXITY con ottica asimmetrica: tutto il fascio luminoso è distribuito verso l’interno, vengono limitati i consumi e la luce dispersa. Inoltre, durante le ore diurne, esteticamente non si nota alcuna differenza con gli altri apparecchi FLEXITY dotati di ottica simmetrica.

*E L’UOMO INCONTRÒ IL CANE è il titolo del libro che l’austriaco Konrad Lorenz scrisse nel 1950.

 

CHIUDI
CLOSE