Menu

LA CATTEDRALE DI ANVERSA IN UNA NUOVA LUCE

8 ottobre 2018 - Lighting Project

Sabato 1 settembre 2018 Bart De Wever, sindaco di Anversa (Belgio), davanti a 30.000 spettatori festanti ha solennemente premuto un grosso pulsante rosso, accendendo la nuova illuminazione della cattedrale e dintorni, un progetto concepito e realizzato da Susanna Antico * Lighting Design Studio di Milano

La cattedrale di Anversa è uno dei principali esempi europei di architettura gotica con una torre campanaria che sale elegantemente di 123 mt. sopra il pianeggiante paesaggio delle Fiandre, della città e dei suoi sobborghi, attraversato dal fiume Schelda, diventando fin dal Medioevo, un punto di riferimento e di orientamento visibile da grandi distanze.

Oltre ai vincoli strettamente legati all’illuminazione dei siti storici e monumentali (estetici, fisici e tecnici per l’installazione di apparecchi, staffe e cablaggi) questa cattedrale ha presentato maggiori sfide progettuali a causa della sua asimmetria (una torre alta metà dell’altra), la vicinanza degli edifici circostanti, molti dei quali monumenti protetti o siti storici, la necessità di bilanciare correttamente le luminanze in tutta la struttura, visibili parzialmente da diversi punti di tutta la città e di dare una gerarchia alla miriade di dettagli architettonici da sottolineare senza distogliere l’attenzione e alterare la percezione generale delle caratteristiche maestose e delle proporzioni dell’edificio. L’incarico ha comportato  anche la progettazione della nuova illuminazione per le strade pedonali medievali e gli spazi pubblici circostanti, nonché della maggior parte delle facciate storiche tipiche fiamminghi.

L’illuminazione è gestita da un controller DMX con un software sviluppato appositamente per questo progetto che consente varie scene notturne (consentendo anche ulteriori risparmi energetici) e scene pre-programmate per eventi speciali e festività.
In totale il consumo energetico dell’intero progetto è inferiore del 40% rispetto alla vecchia illuminazione a proiezione al sodio, nonostante il numero di apparecchi sia decuplicato.

Il risultato è una vista a 360° entusiasmante e di forte impatto emotivo da vicino e da lontano e con la creazione di uno spazio pubblico invitante e confortevole a livello pedonale intorno alla cattedrale senza abbagliamento e con un livello di inquinamento luminoso ridotto al minimo.

(immagini: Benno Van den Bogaert e archivio LIGHT SIGN)

* SUSANNA ANTICO  è Presidente APIL (Associazione Italiana Professionisti della Luce)

CHIUDI
CLOSE