Menu

PROSSIMA FERMATA CROSSRAIL

1 Aprile 2019 - Lighting Project, Design, Architettura
PROSSIMA FERMATA CROSSRAIL

Se l’intera infrastruttura di un  progetto deve essere costruita sottoterra, è normale che l’illuminazione sia un aspetto cruciale: è questo il caso della linea Crossrail di Londra, conosciuta anche come Elizabeth Line, che all’apertura, nel 2019, ridurrà notevolmente i tempi di percorrenza nella capitale inglese per milioni di persone.

 

La decisione di illuminare tutte le stazioni, le scale mobili e gli atri con luci a LED è stata una prova di grande lungimiranza da parte di Transport for London, in quanto all’epoca le soluzioni a LED erano ancora ai primi passi. “La decisione di passare al LED sulla linea Crossrail è stata presa considerando alcuni indubbi vantaggi, quali minore consumo di energia e ridotte necessità di manutenzione, che avrebbero comportato anche un contenimento dei costi per l’intero ciclo di vita del progetto”, dichiara Paul Kerrigan, ingegnere impiantista alla Crossrail. L’obiettivo era usare la luce per valorizzare l’involucro spaziale anziché richiamare l’attenzione sugli apparecchi d’illuminazione.

Gli apparecchi d’illuminazione uplight PLINTH illuminano l’area delle scale mobili di tutte e cinque le stazioni Crossrail.

L’azienda incaricata di soddisfare i requisiti di progettazione e prestazionali era FUTURE Designs, che a sua volta si è rivolta a Tridonic, partner di lunga data, le cui conoscenze e la cui esperienza tecnica sono state determinanti per creare una soluzione d’illuminazione adatta e personalizzata.

La decisione di utilizzare solo luci LED ridurrà notevolmente i consumi energetici e i costi di manutenzione e, in ultima analisi, porterà una riduzione dei costi per l’intero ciclo di vita del progetto.

L’idea di FUTURE Designs era di utilizzare un rivestimento in calcestruzzo rinforzato in fibra di vetro con effetto testurizzato opaco e di colore grigio chiaro per le gallerie delle stazioni e delle scale mobili, in modo che la luce potesse essere riflessa sugli ambienti comuni e creare una sensazione di spazio sottoterra.

Gli apparecchi d’illuminazione sono stati progettati specificamente per Crossrail e risolvono le difficoltà tecnologiche di questo ambiente difficile e stimolante.

L’azienda inoltre ha creato una serie di nuovi prodotti, quali IKON, IKON EMERGENCY e PLINTH. Tutti questi apparecchi d’illuminazione sono stati progettati specificatamente per Crossrail e per risolvere le difficoltà tecnologiche presentate nel design brief per questo ambiente così difficile e stimolante.

IKON: POTENTE APPARECCHIO UPLIGHT PER ILLUMINAZIONE INDIRETTA

Gli apparecchi d’illuminazione uplight IKON sono stati creati per essere posizionati sulla sommità dei totem di orientamento. Questo apparecchio straordinariamente potente è progettato per illuminare gli spazi riflettendo la luce a terra tramite il soffitto.

Per fornire questo livello d’illuminazione, FUTURE Designs ha utilizzato i collaudati driver di Tridonic, LCAI da 150 W 350 mA–1050 mA ECO INDUSTRY, abbinati a moduli LLE da 24×280 mm 2000 lm 830 EXC, con corrente di esercizio di 950 mA. I totem di orientamento con uplight sono distanziati di 7-11 metri, pertanto questi apparecchi d’illuminazione dovevano produrre 58.000 lumen / 850 Watt (la produzione tipica delle luci da ufficio è di 5000 lumen / 32 Watt). Con un peso di 80 kg per unità e una superficie illuminata di appena 685 mm x 185 mm, l’elevata potenza di IKON genera in un’area molto piccola un’enorme quantità di calore, che deve essere dissipata.

L’apparecchio d’illuminazione uplight IKON è posizionato sulla sommità dei totem di orientamento per illuminare gli spazi attraverso il soffitto. Gli apparecchi d’illuminazione IKON EMERGENCY montati sui lati e sulla parte frontale dei totem si attivano automaticamente in caso di black out.

Gli aspetti più critici del progetto sono stati calcolare con precisione le dimensioni e l’area di un elemento di dissipazione specifico per il sistema LED e assicurare la regolazione della temperatura del dispositivo. Altro fattore da considerare è che, quando il calore aumenta, l’elemento di dissipazione deve disperdere il calore verso il basso dai LED dell’unità che si trova sulla sommità del totem. I test e la prototipizzazione di questa specifica parte del progetto hanno richiesto oltre 350 ore. Sono stati costruiti diversi prototipi originali per verificare che il dissipatore fosse in grado di assicurare un controllo accurato e sicuro della temperatura dei LED.

GLI APPARECCHI D’ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA SEGNALANO LE VIE DI FUGA IN CASO DI BLACK OUT
Gli apparecchi d’illuminazione IKON EMERGENCY sono progettati per attivarsi automaticamente in caso di black out, guidando i passeggeri della Crossrail verso le uscite in sicurezza. Il progetto prevede luci montate in alto e in basso sui lati dei totem di orientamento e apparecchi d’illuminazione orizzontali montati sulle pareti frontali dei totem per diffondere la luce in tutte le direzioni e coprire un ampio raggio a terra. Ciascun sistema di emergenza produce 35.000 lumen / 230 Watt, rispetto alla tipica illuminazione di sicurezza da ufficio con i suoi 200 lumen / 5 Watt. Le luci sono alimentate da un generatore da 230 V. I totem IKON EMERGENCY e IKON saranno installati nelle stazioni Crossrail di Tottenham Court Road, Farringdon, Liverpool Street, Bond Street e Whitechapel.

APPARECCHI D’ILLUMINAZIONE UPLIGHT PLINTH CON ABBAGLIAMENTO RIDOTTO PER MONTAGGIO IN BASSO
L’apparecchio d’illuminazione PLINTH si trova sul piano compreso tra le singole scale mobili. Gli apparecchi uplight sono progettati specificamente per diminuire l’abbagliamento visivo di chi si trova sulle scale mobili impedendo la vista diretta della sorgente LED e fornendo un’illuminazione armonica. Il posizionamento del LED in basso e una griglia nera montata in alto garantiscono un’illuminazione antiabbagliamento nella transizione dal buio alla luce. L’apparecchio d’illuminazione è sigillato a norma IP68 e ha un pannello in vetro trasparente di alta qualità. Considerata la prossimità del traffico di passeggeri sulle scale mobili, per motivi di sicurezza era necessario che il pannello in vetro sopportasse un carico di 1.000 N su un’area di 50 mm x 50 mm. Gli apparecchi d’illuminazione PLINTH saranno installati in tutte le cinque stazioni Crossrail. Una delle criticità poste dall’uso di questi apparecchi è stato garantire la visibilità dei volti sulle telecamere CCTV, assicurando allo stesso tempo che i passeggeri non venissero abbagliati sulle scale mobili.

Leon Ellis, direttore tecnico di FUTURE Designs, ha dichiarato: “Abbiamo lavorato con Tridonic su molti progetti, ma le sfide tecniche affrontate in questo caso erano davvero particolari. Siamo riconoscenti del supporto fornitoci, abbiamo tutti imparato qualcosa che ci sarà utile nei progetti futuri.”

 

DATI

 

 

CHIUDI
CLOSE